TRIATHLON

Il triathlon è uno sport multidisciplinare individuale ed è una specialità olimpica. È articolato su tre prove che si svolgono senza soluzione di continuità e sono - sia pure basate su diverse distanze a seconda della categoria - comuni a tutti gli atleti: in linea generale si può dire che il triathlon è la sequenza delle discipline del nuoto, del ciclismo e della corsa

 

 

Per iniziare

Il triathlon è uno sport multidisciplinare di resistenza nel quale l’atleta copre nell’ordine una prova di nuoto, una di ciclismo e una di corsa, senza interruzione. Il triathlon in generale ha molte variabili in quanto esistono delle gare dove si disputa solo ciclismo e corsa (duathlon) oppure gare dove si disputa solo nuoto e corsa (aquathlon): queste varianti sono molto importanti perché consentono a un atleta che non ha mai provato gli sport multidisciplinari di inserirsi con gradualità. Non è raro che all'inizio un atleta gareggi solo in competizioni di duathlon o aquathlon per poi in futuro passare alla triplice. Considerate quindi le difficoltà che possono sussistere inizialmente, Nlsport propone una serie di step da seguire per chi non ha mai provato questa disciplina e vorrebbe iniziare.

  1. Certificato medico
    E' fondamentale fare una visita agonistica da un medico dello sport.
     
  2. Valutazione di sovrappeso
    Spesso e volentieri si inizia a correre in sovrappeso. E' un problema rilevante in quanto l'organismo, in senso più specifico la struttura scheletrica e muscolare viene traumatizzata e sovraccaricata durante la corsa. Il rischio è che dopo poche sedute di allenamento bisogna interrompere a causa di un infortunio. L'atleta quindi deve essere in grado di valutare la propria condizione corporea. Un metodo semplicissimo è il calcolo dell'IMC (Indice Massa Corporea) che da un'idea del proprio stato di forma. Infatti il rapporto tra il peso dell'individuo espresso in Kg e il quadrato dell'altezza, va confrontato con una tabella approvata dall'Organismo Nazionale della Sanità. Ad esempio per una persona alta 1,70 m e di peso 68 kg si avrà: 68 / (1,70 X 1,70) = 23,53.

    Tabella BMI
    in questo caso essendo l'IMC di 23,53 l'atleta non è in sovrappeso. Nel caso di obesità è consigliabile rivolgersi prima a un dietologo prima di intraprendere qualsiasi iniziativa. L'IMC è un protocollo poco indicato per le persone molto muscolate perchè studiato su una fascia di popolazione standard.

  3. Scelta dell'attrezzatura
    Per la scelta dell'attrezzatura delle sinigole disciplne si rimanda alle Sezioni specifiche Nuoto, Ciclismo, Corsa.
     
  4. Associazione sportiva
    Per poter cominciare a fare triathlon, è necessario innanzitutto tesserarsi presso una delle tante società presenti nella penisola affiliate alla FITri (Federazione Italiana Triathlon). Condizione necessaria per iscriversi a un team è quella di essere in possesso dell’idoneità agonistica alla pratica sportiva. Una volta tesserato, si potrà partecipare a una gara di triathlon della FITri.
    Da gennaio 2014 è nata NLSPORT Triathlon Team, quindi ora potete tesserarvi con noi e partecipare alle gare di triathlon FITri con i colori di NLSPORT.
    Per maggiori informazioni vai alla pagina dei tesseramenti »
     
  5. Il regolamento tecnico
    Rispetto alle altre discipline singole conoscere il regolamento tecnico del triathlon è fondamentale perché il fatto che siano tre discipline unite che costituiscono un unico sport comporta una serie di regole specifiche che se non osservate comportano la squalifica.
     
  6. Equipaggiamento generale
    Il regolamento della Federazione Italiana Triathlon dedica diverse regole all'equipaggiamento degli atleti. Di seguito un breve riassunto di alcune di esse.
    - Le divise di gara non possono essere trasparenti.
    - Il casco deve essere a calotta rigida e deve essere omologato in base agli standard di sicurezza previsti per il ciclismo.
    - La divisa di gara indossata all'inizio della competizione deve essere utilizzata per tutto il tempo della gara, ma sono permesse protezioni supplementari per il freddo o per la pioggia. Fanno eccezione a questa regola le gare di triathlon dalla distanza lunga in avanti; in queste competizioni è permesso un cambio delle uniformi nelle zone di cambio, zone nelle quali è posizionato il materiale occorrente al cambio.
    - I contenitori di cibo e bevande devono essere di materiale infrangibile (sono quindi vietati contenitori in vetro, porcellana ecc.).
    - Nelle frazioni ciclistica e podistica non è permesso gareggiare a torso nudo; le spalle devono essere entrambe coperte.
    - Non è concesso l'utilizzo di telefoni cellulari, di apparecchi ricetrasmittenti e di qualsivoglia apparato elettronico di riproduzione musicale, audio o video.
    - Nelle frazioni di nuoto gli atleti devono indossare la cuffia numerata, cuffie che devono essere di colore diverso da quello delle boe posizionate nel percorso natatorio.
    - Nelle frazioni di ciclismo e corsa gli atleti devono indossare il pettorale con il numero di gara. Il pettorale non può essere tagliato, piegato o nascosto; in caso contrario l'atleta rischia la squalifica.
    - Nella frazione ciclistica il numero di gara dovrà essere posizionato sulla schiena, mentre nella frazione podistica dovrà essere portato nella parte anteriore del corpo.
    - È fatto obbligo agli atleti, in tutte le frazioni, di riportare scritto sul corpo, braccio e gamba alterni, il proprio numero di gara.

    Pietro Mulas - Nlsport Team)
Questo articolo è stato offerto in collaborazione con

Facebook  Twitter  Youtube

CALCOLO RITMO CORSA

Inserire due variabili su tre per calcolare la terza (tempo, distanza o ritmo).

Tempo: ::

Distanza:

Ritmo: ::