NUOTO

Il nuoto che sia praticato a livello agonistico o amatoriale è un’attività ad alta valenza tecnica in quanto occorre, ai fini della propulsione, regolare ed organizzare i movimenti in modo preciso e coordinato. Questa sezione si occupa principalmente degli aspetti tecnici del crawl.

 

 

Kai sfida il Poetto a nuoto

Kai Schirrmacher è un ragazzone tedesco di 45 anni residente in Sardegna dal 1992, costretto su una carrozzina da oltre tre anni, ma ciò non lo ha fermato e ha deciso di sfidare il mare.

Pubblichiamo la sua storia e la sfida che ha in programma sabato 24 settembre.

"Mi chiamo Kai Schirrmacher, tedesco, residente in Sardegna dal 1992. 45 anni.
Sono costretto all'uso della carrozzina da oltre tre anni dopo l'ultimo intervento chirurgico alla colonna vertebrale, a causa di diverse malattie degenerative alle ossa e problemi infettivi durante il trattamento ... problemi a schiena e anca come un "vecchietto" di 90 anni.
Ho subito diversi interventi e dovrò subirne altri con la speranza che un giorno possa camminare di nuovo, in qualche modo. 
Nuoto da due anni e mezzo come parte del recupero e adesso per il mantenimento della forma fisica. Ho iniziato concludendo a malapena mezza vasca, dopo essere stato allettato per 7 mesi e aver fatto fisioterapia intensa per 6. Dopo un anno che che ho nuotato regolarmente e riuscivo a nuotare anche 2.000 metri in piscina, nel 2014 ho letto un'intervista di un ragazzo sardo (nuotatore campione "normo-abile"), che ha nuotato da Villasimius a Cagliari e da lì l'idea per capire cosa si può fare anche nella mia condizione. 
A causa dei problemi alla colonna lombare e cervicale ho necessità di un boccaglio per respirare, non potendo girare la testa, e delle pinne per stabilizzare le gambe in orizzontatale. Ho deciso di buttarmi sulle lunghe distanze dove posso nuotare senza dolori, dove posso andare avanti per tanto tempo. La velocità non è il mio forte, mi creerebbe troppi dolori. Ho trovato il mio ritmo tranquillo e regolare che comunque non è male.
Da giugno ho iniziato a nuotare al Poetto di Cagliari e ho capito che sto da Dio a nuotare in mare, senza gravità e alcuna virata che provocano solo dolori.
Allora ho deciso di fare quella nuotata da 15 km ... il Poetto completo andata e ritorno, perchè il classico one-way di "soli" 7,5 km non la vedevo una sfida così importante per me. Una sfida molto personale che voglio portare a termine DA SOLO.
Mi alleno seriamente, ma da autodidatta. Apprendo qualche consiglio da nuotatori e allenatori esperti che incontro in piscina. Ma ascolto il mio corpo, come mi sento e mi alleno in base a questo.
Devo dire che sono molto soddisfatto di come procede. Mi alleno tre volte alla settimana in piscina e tre al mare a giorni alterni.
Sabato nuoterò lungo la spiaggia a 200 metri dalla battigia e ci saranno alcuni amici che mi seguono in gommone per sicurezza. 
Non vedo l'ora di iniziare per vincere questa sfida, augurandomi condizioni meteo accettabili. 
Vorrei che anche altri disabili, vedendo la mia impresa, vengano incoraggiati a uscire di casa e iniziare a fare sport. Non ci dobbiamo nascondere, ci fa bene ... senza il nuoto la mia vita giornaliera sarebbe quella “da disabile” in casa."

Kai Schirrmacher

 

Kai ci terrà aggiornati continuamente lungo il corso della sua sfida attraverso foto e video che pubblicherà nell'evento facebook creato ad-hoc: 

https://www.facebook.com/events/227739797624474

 

Questo articolo è stato offerto in collaborazione con

Facebook  Twitter  Youtube

CALCOLO RITMO CORSA

Inserire due variabili su tre per calcolare la terza (tempo, distanza o ritmo).

Tempo: ::

Distanza:

Ritmo: ::